Il nostro miele

Miele di acacia


Per produrre il nostro miele di acacia, all'inizio di maggio, spostiamo le nostre api nella zona della Brianza, dove la fioritura della robinia è anticipata rispetto alle nostre zone. Ciò ci consente di sfruttare sia la fioritura in questa zona, sia quella nella nostra valle, che giunge con 2 settimane di ritardo. Per quanto riguarda questa qualità, la produzione di un miele monofloreale è incentivata e resa possibile da una fioritura, in queste zone, quasi esclusiva della Robinia Pseudoacacia, e dal fatto che le api siano particolarmente attratte da questo fiore, ignorando ciò che d'altro potrebbero avere attorno.



Il miele di acacia è una delle qualità più conosciute e apprezzate. Questo prodotto naturale deve il polline ai fiori di Robinia Pseudoacacia L., nome scientifico della pianta appartenente alla famiglia delle Mimosacee. Come altre tipologie di miele unifloreale, anche quello di acacia risulta soggetto alle particolari condizioni climatiche di ciascuna annata.


Caratteristiche


Il colorito si presenta molto chiaro, variando da un giallo molto tenue al paglierino, è inoltre un miele che cristallizza molto raramente, rimanendo quasi sempre liquido per l’intero periodo di conservazione. Il profumo è vagamente floreale, con sentori di fiori di acacia, mentre il sapore risulta dolce senza un particolare retrogusto, cosa che lo rende particolarmente gradito anche dai bambini (può essere utilizzato anche dai bambini di età inferiore ai 12 mesi in veste di dolcificante naturale).


Proprietà curative e benefiche


Dolcificante dal grande potere energetico, il miele di acacia può essere considerato un energizzante naturale in grado di rifornire il sistema nervoso di nuove energie. La sua alta digeribilità e il contenuto di proteine, vitamine, sali minerali e amminoacidi lo rende inoltre un apprezzato ricostituente. Un rimedio naturale utilizzabile anche dai diabetici leggeri, in quanto il suo contenuto di zuccheri è in larga parte dovuto al fruttosio e quindi non va a richiedere insulina per la sua metabolizzazione. Risulta inoltre efficace nel trattamento del mal di gola, oltre che come disintossicante del fegato e contro l’acidità di stomaco



Miele di castagno


Il miele di castagno si ottiene dai fiori di castagno e viene raccolto tra i mesi di giugno e Luglio. È un miele scuro, dall'odore aromatico e dal sapore molto intenso, Noto per le sue proprietà anti-infiammatorie e anti-batteriche, è una fonte di proteine, vitamine e sali minerali.

Caratteristiche


Il colore è ambrato scuro, con tonalità rossiccia; l’odore legnoso e perfettamente riconoscibile; il sapore è meno dolce rispetto al miele di acacia o di millefiori, il che non lo rende particolarmente adatto a sostituire lo zucchero nel dolcificare the o tisane, che grazie a questo miele acquistano però un aroma inconfondibile. Il miele di castagno inoltre tende a rimanere liquido, a causa della grande quantità di fruttosio. Questo miele è una delle nostre principali produzioni, molto ricercato per l’aroma forte e amaro, è molto utilizzato in cucina in abbinamento a piatti salati di carni e formaggi stagionati. In generale, più il colore è scuro più il sapore è ricco e intenso.


Proprietà curative e benefiche


Il miele di castagno è un’ottima fonte di proteine, vitamine B e C e di sali minerali. Ha un alto potere nutrivo ed energetico, per questo è particolarmente adatto ad essere incluso nell’alimentazione di anziani, bambini e sportivi, grazie alla presenza di alte percentuali di fruttosio, che, bruciando più lentamente rispetto al glucosio, fornisce un rilascio energetico più prolungato nel tempo. Questo miele possiede proprietà anti-infiammatorie e anti-batteriche superiori a quelle dei mieli dal colore e sapore più delicato; un toccasana per la gola irritata, favorisce la circolazione sanguigna ed è un disinfettante delle vie urinarie.

================================================== -->